Avete mai visto una bambola senza trucco e parrucco?

Mamme, baby-sitter o semplicemente amanti del fai-da-te per i bambini, ecco un’idea meravigliosa per chi vuole trasformare delle bambole ormai banali ed anche esteticamente esagerate, in qualcosa di più autentico e artigianale…

tree change dolls
Tree Change Dolls

Avete mai pensato di “struccare” le Barbie o le Bratz e ridipingerle con uno stile tutto vostro? Ad avere per prima questa idea è stata Sonia Singh, mamma e artista australiana che un bel giorno, stanca di quegli occhi giganti, labbra siliconate e aspetto innaturale, ha cancellato definitivamente il volto delle famose bambolone di plastica ed ha iniziato a ridisegnare dei tratti più sobri, eleganti e soprattutto realistici!

Sembra difficile, ma in realtà non ci vuole molto se si ha un po’ di manualità con i colori e i pennelli.

tree change dolls

Il risultato di Sonia è un capolavoro del fai-da-te, che si è trasformato anche in un vero e proprio business: The Tree Change Dolls!

Quello che era iniziato come un gioco per sua figlia, nel giro di pochissimo è diventato un must della rete!

doll1

Sonia ha cominciato pian piano a pubblicare su Facebook le sue nuove bambole, arricchendo il pacchetto con vestitini realizzati a mano, semplici e geniali.

DollsDress

Temi campagnoli, essenziali, naturali, colori tenui che hanno portato in poco tempo migliaia di iLikes.

DollDisegno

Le Tree Dolls hanno tutte un’espressione vera e pulita; in ciascuna potrete riconoscere un’amica o addirittura trovare quella che più vi somiglia!

Doll3

Far giocare ed identificare i bambini con questi piccoli capolavori è sicuramente molto più istruttivo ed intelligente, piuttosto che impiantare loro l’ideale di una bambolona stile Hollywood!

Potrete trovare lo shop di Sonia su ETSY e vedere le sue creazioni su Facebook cercando Tree Change Dolls

Naturalino è già diventato fan di questa artista meravigliosa e si cimenterà presto anche nella pratica, per riciclare vecchie bambole a cui ridare una nuova e luminosa vita…

Related Post

Write a comment