Autoprodurre per me vuol dire principalmente abbattere la pigrizia e risparmiare.

Rimboccarsi le maniche, creare qualcosa dalle proprie mani, limitare al minimo gli sprechi e le spese inutili.

Di conseguenza ho più soldi in tasca.

Non sono ricca e probabilmente non voglio nemmeno esserlo, ma sono felice!

Ne vale la pena, soprattutto se pensate che esistono molte persone (magari proprio tu che stai leggendo!) che lavorano fino allo sfinimento eppure non riescono comunque ad arrivare a fine mese e ad essere sereni.

Perché?

Semplice.

Perché non hanno il tempo o l’entusiasmo per godersi i soldi che guadagnano con tanta fatica.

Proprio perché autoproduco ho iniziato uno stile di vita più “green”.

Conosco meglio le materie prime, i ritmi delle stagioni, la Natura.

Rispetto l’ambiente e mi sento in pace con me stessa.

Così facendo creo un effetto domino intorno a me:

Risparmio soldi = Posso lavorare di meno

Ho più tempo libero = Occupo il tempo con attività creative, affettive e remunerative

Mangio bene = Mi rilasso e non mi ammalo

Ho sempre qualcosa di bello da fare = Vedo il futuro con positività 

Non soffro la crisi economica = Vivo di piccole cose, ma senza rinunce