Cosa vuol dire “vivere green” senza (s)cadere in un luogo comune da radical-chic?

Autoproduco per essere il più possibile indipendente e di conseguenza vivo green, proprio perché autoproduco.

Essere Green per me vuol dire conoscere le materie prime di ciò che mangio e che metto sul mio corpo.

Essere Green vuol dire muovermi ad agio nella Natura, imparare umilmente ogni giorno cose nuove da essa, rispettare l’ambiente e sentirmi in pace con me stessa e col mondo.

Sono felice, cerco e trovo il mio Dio in ogni cosa che faccio, osservo ed ascolto molto più che parlare.

Medito nella Natura, ma anche durante le piccole faccende quotidiane.

Libero la mente e respiro a pieni polmoni il mondo che mi circonda.

Lascio fluire gli eventi negativi e trattengo solo cose belle come un bel paesaggio al tramonto, gli occhi luminosi di mio figlio o il caldo suono delle fusa del gatto.

Questo per me vuole dire essere “Green” e se dovessi elencare l’effetto domino che ne consegue direi che:

Mi aiuta a risparmiare soldi

QUINDI

Lavoro meno

Lavorando meno ho più tempo libero

QUINDI

Occupo il tempo libero con attività creative, affettive e remunerative

Mi rilasso nel fare quel che mi piace con le persone che amo

QUINDI

Mi sento più soddisfatta e positiva

Vivo meno lo stress e medito di più

QUINDI

Mi ammalo meno

Direi che ci siamo… vivere Green mi piace!